Arte e Cultura

Senza titolo-4

Col talento non (sempre) si mangia ma si vive

Posted by | Arte e Cultura | No Comments

di Alessandro D’avenia

Non dobbiamo correre il rischio di confondere il talento con la professione. Quando incontriamo una persona per la prima volta, gli chiediamo: che fai?
È vero, il fare – oggi più che mai purtroppo –  definisce l’essere come sua lampante (e non esaustiva) manifestazione, ma se avessi posto questa domanda ad un mio caro amico qualche anno fa mi avrebbe risposto: l’impiegato in banca. Dopo cinque anni di studi di economia era felicemente sistemato. Ma soffriva come un cane, il suo talento era altrove, non nella sicurezza economica.